LIVE+PHOTO REPORT: Tre Allegri Ragazzi Morti @ Black Out Rock Club [RM] – 30/11/2013

Live report di Skanderbeg

Grazie moltissime! Un semplice ringraziamento, una maniera simpatica per salutare il pubblico ma soprattutto un tour! Al Black Out di Roma è andato in scena il penultimo atto del Grazie Moltissime Tour: protagonisti i Tre Allegri Ragazzi Morti. Una serata col botto per la band di Pordenone che ha festeggiato gli oltre 15 anni di carriera con un concerto allegro e divertente e che chiuderà definitivamente il tour con una giornata corale al centro sociale Rivolta di Marghera (VE), assieme a tutte le altre band della casa discografica La Tempesta.

Pubblico rigorosamente con la maschera da “morto” – simbolo del gruppo e del loro intimo legame con il personaggio virtuale creato – e le magliette griffate TARM hanno omaggiato i propri beniamini a un anno dall’uscita del loro ultimo album Nel giardino dei fantasmi. Adolescenti e padri di bebè si sono scatenati per una notte intera, cantando a squarciagola i brani più chiassosi della formazione friulana.

Da Puoi dirlo a tutti a La mia vita senza te passando per Francesca ha gli anni che ha, Mai come voi e Dipendo da te, Davide Toffolo e soci hanno ripercorso una lunga antologia musicale che ha compreso il passaggio da un rock alternativo con venature grunge a un più orecchiabile pop meno alternativo e lunghe “ballate” dub, con intrusioni blues e folk e qualche piccola contaminazione caraibica, giusto per non farsi mancare nulla.

I ragazzi in visibilio subito sotto il palco si sono concessi momenti particolarmente accesi con pogo allegato e lunghe sessioni di bacini tra coppiette. Insomma, una sorta di festa delle medie all’ennesima potenza, con odori adolescenziali al seguito, che ha reso tutti più sorridenti e gioiosi come il frontman Davide Toffolo, bardato dalla testa ai piedi nella sua tenuta da animale impellicciato, senza dimenticare Enrico e Luca al basso e alla batteria e il pettirosso Andrea Maglia alla seconda chitarra da live.

Ad aprire e scaldare la serata ha pensato invece Maria Antonietta, promettente cantautrice piccola ma tosta, con incazzatura incorporata, che per la prima mezz’ora ci ha regalato alcuni brani e soprattutto un paio di testi che non si trovano facilmente in giro. Grande capacità di tenuta sul palco e orgoglio punk fanno di questa ragazza una possibile mina vagante di quella scena che ancora molti si ostinano a chiamare “rock-alternative”, a patto che tratti un pochino più delicatamente la sua chitarra.

Una notte di novembre a Roma con due eminenti rappresentanti di Ausgang che sembra sia passata come ordinaria ma che in realtà ha fatto capire a chi vi scrive un concetto molto importante: la musica può essere impegnata o allegra, difficile da eseguire o semplicemente orecchiabile, l’importante è che a farla siano persone col cuore grande e belle da vedere. Persone che riescano a coinvolgere gli appassionati anche con frasi semplici ma precise, se poi non saranno ricordati come i Led Zeppelin o osannati dalla critica come i Pink Floyd chi se ne importa, ciò che conta è regalare emozioni a chi le sente proprie e avere il cuore puro.

Bacini e rock’n’roll a tutti!

Photo report di Enrico Ocirne Piccirillo

Altri photo report di Enrico Ocirne Piccirillo

LINK UTILI

Ti piace Just Kids? Seguici su Facebook e Twitter!

Annunci

One thought on “LIVE+PHOTO REPORT: Tre Allegri Ragazzi Morti @ Black Out Rock Club [RM] – 30/11/2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...